Stazione sperimentale Italiana di neutroni (INES - UK)

L'Istituto ha contribuito alla realizzazione della stazione sperimentale Italiana di neutroni (INES). Come affermato dal Neutron Spectroscopy Advisory Committee del CNR, il controllo di un tale tipo di stazione gioca un ruolo chiave per la comunità scientifica italiana che opera nel campo delle scienze applicate.

La diffrazione neutronica è uno strumento molto importante per la scienza dei materiali, per le scienze della terra e per la cristallografiain generale, ma anche per la soluzione di problemi tecnologici legati alla misura quantitativa di deformazioni e sforzi localizzati (ad esempio per stabilire la qualità di manufatti vari).

Essendo i neutroni caratterizzati da una sezione d'urto estremamente ridotta, la loro lunghezza di penetrazione può facilmente raggiungere vari centrimetri in quasi tutti i materiali, incluso i metalli dove sono di gran lunga superiori ai raggi X. Questa proprietà rende i neutroni un sistema praticamente ideale per la caratterizzazoine non-invasiva e non-distruttiva delle proprietà di volume.

Un'altro uso potenzialmente molto importante della diffrazione neutronica nel campo delle scienze applicate è lo studio quantiativo di manufatti del patrimonio culturale.

Infine, il mantenimento di INES rappresenta un'occasione di addestramento per giovani ricercatori sia sul funzionamento di una sorgente pulsata di neutroni di classe mondiale che in relazione a rivelatori che materiali.

Istituto dei Sistemi Complessi Sezione TD di Firenze - Area della Ricerca CNR
Via Madonna del Piano, 10 - 50019 Sesto Fiorentino (FI)
E-mail:admin@fi.isc.cnr.it - Tel. +39 055 522 6632 - Fax +39 055 522 6683